S. Sigismondo, deceduta madre Maria Rosa Ghisu

Martedì mattina i funerali della religiosa, 91 anni, di cui 71 di vita claustrale: aveva servito la comunità come priora e maestra delle novizie
image_pdfimage_print

Nel dolore della separazione, rasserenato dalla certezza che la vita non è tolta ma trasformata, la comunità delle monache domenicane di Cremona annuncia che ha concluso il suo cammino terreno madre Maria Rosa di Gesù Buon Pastore, 91 anni, di cui 71 di vita religiosa come claustrale domenicana. Il decesso è avvenuto sabato 9 marzo. 

Il rito esequiale sarà celebrato la mattina di martedì 12 marzo, alle 10.30, nella chiesa monastica di S. Sigismondo, a Cremona. I sacerdoti che desiderano concelebrare sono pregati di portare camice e stola.

La religiosa è stata assistita sino all’ultimo dalle sorelle domenicane che l’hanno accompagnata con la propria preghiera e che ora chiedono preghiere di suffragio per l’amata consorella.

 

Profilo di madre Maria Rosa

Madre Rosa Ghisu nata a Orune (Nuoro) il 13 dicembre 1927, ha ricevuto il battesimo il 16 dicembre 1927 con il nome di Lucia Margherita. È entrata nel Monastero San Giuseppe in Fontanellato (Parma) il 17 maggio 1947.

Ha vestito l’abito domenicano l’8 marzo 1948. Ha emesso la prima Professione Religiosa il 30 aprile 1949,
quella solenne il 30 aprile 1952.

Ha servito la Comunità come Priora e come Maestra delle novizie.

Per vari trienni ha svolto l’ufficio di sagrestana, mostrando fervente devozione per la Madonna del S. Rosario di Fontanellato e fattiva sollecitudine per i confratelli addetti al servizio del Santuario.

Gli ultimi anni di lunga e dolorosa infermità hanno purificato la sua anima preparandola all’incontro atteso e sperato con lo Sposo divino.

Facebooktwittermail