Romanengo celebra la Madonna del Rosario

Messa e processione con la statua della Vergine e "quadri viventi" durante la sagra del paese
image_pdfimage_print

Domenica 7 ottobre è stata celebrata a Romanengo la sagra del paese. Come ogni anno, la comunità cristiana ha organizzato una serie di iniziative volte a celebrare la Madonna del Rosario,. Al centro della giornata la S.Messa delle ore 18, seguita dalla tradizionale processione.

Questa processione fu istituita probabilmente al termine del XVI-inizio del XVII secolo, soprattutto sotto l’impulso esercitato dai Carmelitani Scalzi presenti in paese. Fu celebrata, da allora, per circa trecento anni, fino ad essere destituita nella prima metà del 1900. Soltanto nel 2014, su iniziativa di don Cesare Rossi, fu reintrodotta e ritornata ad essere uno dei momenti più significativi della sagra.

Guarda la photogallery

Alla S. Messa erano presenti tutte le autorità civili e militari, oltre che le associazioni di volontariato. Al termine della celebrazione, presieduta dal parroco don Emilio Merisi e che ha visto la partecipazione della corale parrocchiale, diretta dal maestro Fortini, è iniziata la processione. La Madonna del Rosario è stata così trasportata per le vie del paese, accompagnata da canti e da letture del Vangelo. Lungo il percorso sono stati inoltre allestiti dei “quadri viventi”, rappresentativi di alcuni episodi della vita della Madre di Dio: L’annunciazione, la Visitazione, Lo sposalizio della Vergine, la natività, le nozze di Cana, Maria sofferente sotto la Croce, la Pentecoste e l’Incoronazione di Maria.

La celebrazione è terminata con la benedizione impartita nel piazzale Giovanni Paolo II, antistante la Chiesa Parrocchiale, e da un festoso applauso ai volontari che sono impegnati alla realizzazione di questa suggestiva iniziativa.

Facebooktwittermail