Questa sera a Buzzoletto di Viadana incontro sul debito pubblico con Francesco Gesualdi

Il relatore, già allievo di don Lorenzo Milani, è fondatore del Centro nuovo modello di sviluppo di Vecchiano (Pisa) e della Rete Lilliput
image_pdfimage_print

Nella serata di giovedì 12 aprile a Buzzoletto (Viadana) Francesco Gesualdi, già allievo di don Lorenzo Milani e fondatore del Centro nuovo modello di sviluppo di Vecchiano (Pisa), nonché della Rete Lilliput insieme a padre Alex Zanotelli, interverrà presso il salone polifunzionale della Coop. Palm (via Codisotto 8) su “Le catene del debito pubblico e come possiamo liberarcene”.

Da dove viene l’enorme debito pubblico italiano? Che cos’è il “Fiscal compat”? Davvero l’unica cosa da fare, di fronte all’austerità imposta dalla finanza internazionale, è pagare? Veramente non ci sono alternative allo stringere sempre più la cinghia? E come liberarsi dalla morsa sempre più soffocante delle sue catene? Questi sono gli argomenti e le domande a cui cercherà di dare risposta Gesualdi: al centro della sua attività, il tentativo di progettare strategie economiche capaci di garantire a tutti la soddisfazione dei bisogni fondamentali, nell’ottica del benessere comune.

La serata è rivolta alle associazioni professionali, alle parrocchie ed agli organismi di carattere assistenziale e caritativo del territorio, nella consapevolezza che, come affermava don Lorenzo Milani, “Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è politica. Sortirne da soli è avarizia” (da Lettera ad una professoressa) e ancora
“Posso solo dire ai miei ragazzi che essi dovranno tenere in tale onore le leggi degli uomini da osservarle quando sono giuste (cioè quando sono la forza del debole). Quando invece vedranno che non sono giuste (cioè quando non sanzionano il sopruso del forte) essi dovranno battersi perché siano cambiate”.

L’iniziativa, patrocinata dalla Consulta del volontariato di Viadana, è promossa collegialmente da Noi ambiente e salute (Viadana); Associazione Viadana Democratica, Collettivo nonviolento uomo e ambiente della Bassa (Guastalla); Comitato intercomunale per la qualità della vita (Dosolo); Comitato democrazia costituzionale Oglio-Po.

 

Francesco Gesualdi ha pubblicato vari libri e articoli riguardanti la negazione dei diritti umani, lo sfruttamento del lavoro minorile, il potere delle multinazionali, la crisi dell’occupazione, l’impoverimento a livello globale, il problema energetico, il debito del Terzo Mondo, l’inquinamento e la distruzione dell’ecosistema. Promuove l’uso di strumenti come il consumo critico, la “non collaborazione”, il boicottaggio, il commercio alternativo, l’obiezione fiscale, la finanza sostenibile, le reti locali, la banca del tempo, lo sviluppo sostenibile, cercando in questo modo di favorire una rivoluzione degli stili di vita, della produzione e dell’economia. Ha coordinato numerose campagne di pressione nei confronti del potere politico e di multinazionali quali: Nike, Chicco/Artsana, Chiquita, Del Monte. Collabora con la rivista Altreconomia e ha fondato insieme ad Alex Zanotelli la rete Lilliput.

Locandina

Facebooktwittermail