Per la festa del 1° maggio Messa del Vescovo alla Sorem di Caravaggio

L'annuale celebrazione diocesana in occasione della Festa dei lavoratori è promossa di concerto con l'Ufficio diocesano per la Pastorale sociale e del lavoro, la Parrocchia di Caravaggio e la Zona pastorale 1
image_pdfimage_print

Nella annuale celebrazione diocesana in occasione della Festa dei lavoratori – mercoledì 1° maggio, festa di san Giuseppe lavoratore – il vescovo di Cremona, mons. Antonio Napolioni, alle 10 presiederà la Messa presso la ditta Sorem di Caravaggio (Bg), in via Panizzardo 44.

L’evento, cui sono state invitate le autorità del territorio, è rivolto in modo particolare a tutti i lavoratori, i dirigenti e gli imprenditori insieme alle proprie famiglie.

L’annuale incontro del 1° maggio è proposto dall’Ufficio diocesano per la Pastorale sociale e del lavoro, diretto da Sante Mussetola, in collaborazione con la Parrocchia di Caravaggio e la Zona pastorale 1.

«Nel panorama attuale – afferma il vicario zonale don Marco Leggio – è sempre più significativo fermarsi per mettere al centro il mondo del lavoro, o meglio, i lavoratori con i loro diritti, garantendo loro condizioni rispettose e dignitose. Anche nel nostro contesto sociale il bisogno di una attenzione particolare è doveroso. Proprio in questo senso quest’anno il Vescovo sarà a Caravaggio per valorizzare questo momento celebrando l’Eucarestia».

Locandina dell’evento

 

Sorem Trasmissioni Meccaniche

Dall’intraprendenza di due amici operai, nel 1953, nasce una piccola impresa artigiana. L’impegno profuso in questa attività fa sì che nel tempo diventi una delle principali realtà industriali di Caravaggio.

Gradualmente ha ampliato i propri spazi produttivi, fino alla realtà attuale che utilizza 14.000 mq di area coperta, ampi spazi esterni e si avvale della collaborazione di 80 dipendenti che, per la maggior parte, sono in azienda da molto tempo e hanno contribuito e contribuiscono al raggiungimento di obiettivi prestigiosi, oltre ad altre circa 30 persone come indotto.

L’azienda ha sempre operato nel campo della meccanica e, con gradualità, è arrivata a potere effettuare tutte le lavorazioni meccaniche, anche le più complesse e di maggiore precisione, con un costante e continuo aggiornamento degli impianti, per la maggior parte eseguita da operatori specializzati, per potere stare al passo dell’evoluzione tecnico produttiva.

Ha iniziato la propria attività producendo particolari per svariati settori: motocicli, macchine agricole e qualsiasi componente che richiedesse il mercato. Dalla fine degli anni Settanta si è specializzata nella produzione di organi di trasmissioni e doppi giunti cardanici impiegati su trattori, macchine movimento terra, carrelli elevatori, carrelli aereoportuali, camion, mezzi per vigili del fuoco e protezione civile, macchine per municipalità e qualsiasi mezzo che opera fuori strada.

La clientela iniziale, locale, ha contribuito ad affinare una notevole esperienza sia tecnica che produttiva, nella produzione di tali prodotti, che forniamo come prodotto finito e pronto per l’assemblaggio in gruppi complessi quali gli assali di macchine, e che ha fatto conoscere la Sorem, dagli anni Novanta, a livello europeo.

Ora, riconosciuta tra i migliori costruttori di doppi giunti a livello globale, si propone come partner collaborativo di realtà industriali, sia di piccole dimensioni che di multinazionali del settore giungendo a una capacità produttiva che potrebbe arrivare fino a 200.000 pezzi all’anno e con la possibilità di soddisfare richieste di quantità importanti da parte di qualsiasi utilizzatore.

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail