La vita di coppia alla luce del Vangelo con Elsa Belotti (AUDIO)

Intervento della terapeuta a Vicomoscano sul tema "Pillole di vita per la coppia cristiana"
image_pdfimage_print

Si è svolto sabato 11 maggio l’ultimo incontro del ciclo “Testimoni” organizzato dall’oratorio di Vicomoscano, Quattrocase, Casalbellotto e Fossacaprara. Ospite della serata la terapeuta Elsa Belotti che ha condotto un intervento dal titolo “Pillole di vita per la coppia cristiana”.

Con il suo approccio scientifico basato sull’evidenza, la Belotti ha raccontato le difficoltà che gli sposi possono incontrare durante la loro vita coniugale e ha cercato di dare delle chiavi di lettura di quelli che sono i problemi più comuni, partendo, come è solita fare, dalla parola del Vangelo: “Vangelo e psicologia non sono mai in contraddizione in quanto la prima persona che ha studiato l’animo umano è Gesù Cristo”.

Ascolta l’audio della serata

Il discorso è ruotato attorno a tre parole-chiave, come piccoli petali di una sola margherita: perdono, volersi bene, consapevolezza.

“ Il tradimento – descritto dalla dott.ssa come una delle principali motivazioni di crisi coniugale – non è la causa di una separazione ma la conseguenza di una separazione già in atto”. Pertanto, di fronte a certi atteggiamenti che rompono e disuniscono, la soluzione può essere perdonare l’altro, apprezzando “quello che l’altro ci dà come ce lo sa dare”.

Anche in questo caso è il Vangelo che ci viene in soccorso: “Ama il prossimo tuo come te stesso” significa necessariamente in un rapporto coniugale amare il proprio sposo o la propria sposa come si è in grado di amare se stesso. Quindi imparare a volersi bene è la chiave per voler bene anche all’altro. Eppure, anche il bene non è sufficiente se non è accompagnato da una profonda dose di consapevolezza. “Se ci sposiamo per essere felici non lo saremo mai. Solo le persone sagge sono persone felici”.

E la saggezza nel matrimonio risiede nel riconoscere i limiti propri e dell’altro e nell’accettare i momenti in cui veniamo delusi e in cui soffriamo. Perché attraverso questa sofferenza possiamo raggiungere la saggezza, che ci rende felici. E la prima forma di saggezza, per la dott.ssa Belotti, prevede di lasciare il padre e la madre, che invece troppo spesso interferiscono, direttamente o indirettamente, nella vita di coppia. Ancora una volta, secondo la Parola: “Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e i due saranno una carne sola”.

 

 

 

 

Sara Pisani

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail