La «Passione di Cristo secondo san Marco» di Perosi nella chiesa di Sant’Agostino a Cremona

L'esecuzione - sabato 19 marzo, alle ore 21 - verrà affidata al Coro SS. Pietro e Paolo e all'Orchestra Sinfonica di Gessate (Mi)
image_pdfimage_print

Appuntamento musicale di grande rilievo sabato 19 marzo, alle ore 21, presso la chiesa di S. Agostino in Cremona. In preparazione alla Settimana Santa, verrà infatti eseguito l’oratorio per soli, coro e orchestra “La Passione di Cristo secondo san Marco” di Lorenzo Perosi. Appartenente ad una famiglia di musicisti, Perosi è universalmente noto per essere stato per oltre mezzo secolo il maestro della Cappella Sistina, il coro del papa. Musicista di prim’ordine, stimato da celebri colleghi quali Puccini, Mascagni, Boito, Guilmant, Perosi scrisse la Passione secondo san Marco nel 1898, proprio all’inizio del suo incarico in Vaticano. Fu dunque il primo di una serie di oratori che portarono il nome di Perosi alla ribalta internazionale. E fu proprio grazie a questi lavori monumentali che Perosi divenne l’emblema della musica sacra cattolica post-romantica, ponendosi come punto di riferimento indiscusso sino ai nostri giorni.

L’ispirazione profonda, la ricchezza della strumentazione, l’intensità nell’interpretazione dei testi sacri fanno della “Passione secondo san Marco” uno dei capolavori della musica sacra, oltre che uno dei brani perosiani più celebri ed eseguiti. Un’ottima occasione, dunque, per prepararsi alla Settimana Santa, in una delle chiese cremonesi – S. Agostino – più ricche di storia artistica e musicale, espresse in opere come il grande organo Tezani-Bossi (in attesa di restauro) o la seicentesca Cappella della Passione, maestoso complesso scultoreo di Giovanni Battista Barberini.

L’esecuzione verrà affidata al Coro SS. Pietro e Paolo e all’Orchestra Sinfonica di Gessate (Mi). Sotto la direzione di Pierangelo Pelucchi si esibiranno i solisti Massimo Pagano (Cristo, baritono), Bruno Rota (Storico, baritono), Alberto Rota (Storico, basso), Sergio Rocchi (Un ebreo, tenore); la direzione del coro è affidata a Constante Ronchi, mentre di Mario Ronchi è la direzione artistica generale.

Locandina            Brochure

Facebooktwittermail