Il 18 novembre a Caravaggio tavolo di dialogo con le realtà Lgbt cristiane in Lombardia

Al mattino la relazione di don Pier Davide Guenzi, nel pomeriggio testimonianze e confronto
image_pdfimage_print

Si terrà domenica 18 novembre, nel caratteristico quadro del santuario di Santa Maria del Fonte di Caravaggio, la seconda edizione del “Tavolo di dialogo”. Lo scorso anno, infatti, i gruppi di cristiani Lgbt della Lombardia e i rappresentanti di alcune diocesi lombarde hanno dato avvio a un percorso di reciproca conoscenza e approfondimento di alcune tematiche legate alla pastorale con le persone Lgbt. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra l’associazione “Cammini di Speranza”, sezione della Lombardia, e la diocesi di Cremona che ospita l’incontro e che da anni è impegnata con il gruppo diocesano “Alle querce di Mamre” in questa esperienza di dialogo con i cattolici Lgbt e le loro famiglie.

«Come “Cammini di Speranza” – spiegano dall’associazione – siamo partiti da una semplice constatazione: la Lombardia è la regione più ricca di gruppi Lgbt credenti (almeno 8 presenti alla scorsa edizione), ma è scarsa sia l’interazione tra di essi che il dialogo con le altre diocesi che non siano quelle di appartenenza. Per questo motivo abbiamo lanciato la proposta di sederci tutti attorno a un tavolo per scambiare esperienze, opinioni, studi e riflessioni sulle tematiche correlate a fede e omoaffettività».

Forti della ricca esperienza dello scorso anno, si è pensato al “tavolo” di quest’anno come a un’ideale prosecuzione di due eventi significativi: il Sinodo dei vescovi sui giovani e il Forum delle realtà Lgbt credenti appena conclusosi ad Albano Laziale.

 

Il programma dell’evento

La prima parte della giornata (con inizio alle ore 9.45) venerà intervenire don Pier Davide Guenzi, teologo moralista presso l’Università cattolica del Sacro Cuore, Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale, e autore di molti libri di teologia, che proporrà una panoramica sui più recenti studi dei teologi inerenti la tematica Lgbt, i diversi orientamenti, le prospettive future della ricerca teologica sull’argomento e i passi avanti (o indietro) fatti in questi ultimi anni. A don Guenzi è stato chiesto di fornire un quadro quanto più vasto e obiettivo possibile delle varie “tendenze” teologiche che sono presenti negli studi cattolici di teologia. Seguirà dibattito e discussione.

Dopo il pranzo (possibilità in Santuario al costo di 12 euro), nel pomeriggio alcune testimonianze:

  • Gioele Anni, un giovane membro del Consiglio nazionale di Azione Cattolica e uno dei due membri laici italiani (detti “uditori”) del Sinodo sui giovani, che parlerà della discussione e incidenza delle tematiche legate alla pastorale con le persone Lgbt tra i padri sinodali e nell’Azione Cattolica;
  • alcuni rappresentanti lombardi del “Progetto Giovani” del Forum dei Cristiani Lgbt, che presenteranno il loro contributo al Sinodo, la loro proposta per un diverso approccio pastorale nei confronti dei giovani Lgbt;
  • alcuni genitori con figli Lgbt.

Al termine (presumibilmente verso le ore 17) vi sarà la possibilità di partecipare alla Messa.

L’iniziativa, rivolta prioritariamente a operatori pastorali e rappresentanti di gruppi e associazioni Lgbt-correlate, è aperta a tutti.

Locandina dell’evento

Facebooktwittermail