Il 16 settembre San Sigismondo apre alle visite

L'iniziativa annuale in occasione della solennità della Dedicazione della chiesa del monastero domenicano
image_pdfimage_print

La terza domenica di settembre si celebra la solennità della Dedicazione della chiesa di San Sigismondo, avvenuta nel settembre del 1600. Per la ricorrenza, come ogni anno, si potranno visitare alcune parti del monastero e il coro della chiesa, abitualmente vincolati dalla clausura.

«Seconda per importanza solo alla Cattedrale, la chiesa di San Sigismondo è la massima testimonianza della Bella Cremona degli Sforza». Così inizia la pubblicazione curata dalla Prof. Anna Maccabelli sulla Chiesa di S. Sigismondo.

I turisti che visiteranno il complesso monastico, il 16 settembre prossimo, potranno ammirare il patrimonio artistico di S. Sigismondo aiutati dalle guide debitamente preparate appunto dalla professoressa Maccabelli e messe a disposizione dall’Associazione Amici del Monastero.

All’ingresso sarà possibile acquistare una guida della Chiesa e del Monastero da portare presso le proprie case per ricordo e approfondimento di quanto ascoltato durante la visita.

I volontari offriranno il loro servizio nei vari punti del complesso e le “Casalinghe di S. Sigismondo” saranno presenti con le consuete vendite di torte, biscotti e dell’ormai tradizionale “lavanda del Monastero” confezionata con fine gusto artistico. All’uscita del chiostro, verrà offerto ai visitatori un piccolo omaggio “alla lavanda” abbinato a un ricordo spirituale.

Nella giornata del 16 settembre si seguiranno i seguenti orari:

  • ore 9: Apertura al pubblico del coro, del chiostro e del refettorio del Monastero
  • ore 11: S. Messa conventuale solenne
  • ore 14: Apertura al pubblico come sopra
  • ore 18: Vespri Solenni

Non mancherà l’invito rivolto alle persone che abitualmente recitano il S. Rosario in gruppo o in famiglia a tornare alla Chiesa di S. Sigismondo il 7 ottobre, 1° domenica del mese, per onorare Maria Regina del S. Rosario condividendo con la Comunità delle Monache un’ora mariana animata da padre Davide Traina, domenicano.

Facebooktwittermail