Gli alunni della scuola media di Calcio riscoprono la tradizione del Presepe di Pasqua

L'iniziativa degli alunni della 3B del plesso di scuola secondaria dell'I.C. “Martiri della Resistenza”
image_pdfimage_print

Un’antica tradizione pasquale è stata recuperata e riproposta dagli alunni della 3B del plesso di scuola secondaria dell’I.C. “Martiri della Resistenza” di Calcio: il “Sepolcro a personaggi”.

Il “Sepolcro a personaggi” o “Presepe di Pasqua” è una vera e propria struttura presepiale con autonome regole compositive che narra l’ “avventura del Redentore” oltre l’evento della Incarnazione. Molto diffuso in epoca Medievale, dove ebbe nei Compianti la sua più alta rappresentazione artistica, è stato, per così dire, accantonato quando, nel XVI secolo dopo il Concilio di Trento, la Chiesa decise di valorizzare maggiormente la rappresentazione della Natività, relegando la struttura presepiale della Passione così ad una dimensione dimessa, destinata a sopravvivere principalmente all’interno dei monasteri. Nel Presepe Pasquale al centro della scena non c’è quindi la capanna, ma il Crocifisso, non i pastori, ma le Arma Christi, i simboli della Passione, che gli alunni hanno riprodotto nei pannelli che fanno da corona alla Crocifissione.

Gli alunni della classe di Calcio l’hanno riscoperta e ristudiata con i loro docenti – la prof.ssa Marisa Manenti (IRC), la prof.ssa Anna Paola Arlanch (Arte) ed il prof. Stefano Gelsomini (Storia)– presentando il Presepe Pasquale mercoledì 17 aprile nella Chiesa di San Vittore Martire di Calcio, dove il parroco don Fabio Santambrogio e don Matteo Bottesini l’hanno accolto e dove rimarrà esposto in questi giorni solenni sotto la statua della Beata Vergine in una delle cappelle laterali.

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail