Gemellaggio terremoto/38. Tante iniziative di solidarietà nelle scuole e nelle parrocchie

Il diario di Nicoletta D'Oria Colonna, di Caritas Cremonese, sui luoghi del sisma dove dopo Pasqua vi saranno anche i volontari di Picenengo
image_pdfimage_print

Cremona, 12 marzo 2017

Desidero iniziare questo diario rispettando la promessa fatta alle bambine della scuola primaria di Brazzuoli (Cr) che,  a seguito dell’incontro che abbiamo avuto a scuola qualche giorno fa, mi hanno raccontato piene di entusiasmo la decisione di organizzare un mercatino (con i loro giochi) per raccogliere fondi per i bambini terremotati: mi viene in mente la citazione di Saint Exupery “… se vuoi costruire una nave, non radunare gli uomini solo per raccogliere il legno e distribuire i compiti, ma suscita in loro la nostalgia del mare ampio e infinito”.

Grazie di cuore agli alunni, alla sensibilità delle insegnanti e delle famiglie delle scuole materne, primarie e medie di Castelverde e Brazzuoli per l’interesse sincero dimostrato nei confronti del gemellaggio della Caritas! A tal proposito il 21 aprile, alle 21, presso la Parrocchia di Castelverde, ci sarà un incontro su questo tema e, la settimana successiva, una “camminata di solidarietà” e una raccolta fondi preparata in queste settimane con diversi incontri che abbiamo realizzato nelle loro scuole… al di là del risultato, è importante vedere come si concretizza la funzione pedagogica della Caritas sostenuta dalle parrocchie e dalle scuole.

Ringrazio di cuore anche Rossella Galletti e le sue amiche per aver realizzato un “esercito” di conigli di Pasqua (riciclando materiali semplici…come i calzini) e che abbiamo donato ai ragazzi dell’Anffas dei Sibillini attraverso il signor Giuseppe. Stiamo sostenendo l’Anffas anche tramite la vendita del sale aromatizzato (da loro realizzato in un profumatissimo laboratorio settimanale ad hoc), al fine di raccogliere fondi per finanziare la costruzione della nuova sede. Lo abbiamo proposto in occasione del mercatino della Parrocchia di S. Ambrogio (un successo!) insieme ai prodotti delle zone terremotate, lo proporremo ancora la sera del 21 a Castelverde.

Sempre per i ragazzi dell’Anffas dei Sibillini, e anche per i bambini degli oratori di Sarnano e Pian di Pieca, la prossima settimana un gruppo di volontari della Parrocchia di Picenengo che, guidati da don Bruno Bignami trascorreranno tre giorni in Umbria e nelle Marche all’insegna della solidarietà, organizzerà un pomeriggio di animazione presso il teatro di Pian di Pieca.

Nello stesso periodo verranno a trovarci a Scopoli anche circa trentacinque ragazzi della Parrocchia di Pandino.

Domani ripartirò e mi preparo a trascorrere la Pasqua con gli amici umbri e marchigiani. Porterò con me il materiale didattico donato dalla mia piccola amica Matilde (lo ha raccolto in occasione del suo compleanno) e quello raccolto dalla scuola Canossa di Castelleone insieme ad alcuni giochi.

A Scopoli con Fermano ho iniziato un lavoro di restyling delle casette del Villaggio Menotre: in questa ottica i ragazzi di don Bruno il lunedì dell’Angelo ci aiuteranno a fare alcuni lavoretti al Villaggio e presso il campo sportivo.

Nel frattempo Caritas ha predisposto il finanziamento di alcune pale per rinfrescare le tensostrutture di Camerino e saranno consegnate a breve.

Da ultimo non posso non riportare i ringraziamenti pervenuti dalle insegnanti della Scuola dell’Infanzia di San Ginesio “G: Ciarlantini” che “insieme ai bambini esprimono un sentito GRAZIE per ‘interessamento e per i momenti di pura gioia regalati in occasione del carnevale. Nell’impossibilità di raggiungere tutte le scuole, gli insegnanti e le famiglie che in vari modi hanno voluto essere vicini estendono (attraverso la Caritas) un caloroso ringraziamento a tutti e chiedono eventuali indirizzi e-mail delle scuole coinvolte nel progetto di Carnevale”.

Buona Pasqua!

Photogallery

 

 

Speciale terremoto con i diari precedenti

 

Facebooktwittermail