Gemellaggio terremoto/11. In diversi campi epidemia di influenza virale

Il diario di Nicoletta D'Oria Colonna, di Caritas Cremonese, in visita a San Casciano, paese fantasma dove il campanile è crollato nello studio dove c'era don Verolini
image_pdfimage_print

Pian di Pieca, 1° dicembre 2016

Giornata caratterizzata da un vento fortissimo. Freddo. Mentre scrivo il vento fa dondolare il camper!

Nella mattinata sono stata a San Casciano, paese fantasma dove c’ è la casa di don Luigi. Il giorno del terremoto era nello studio quando il campanile è crollato e gli è entrato dalla finestra: lui si ritiene un miracolato.

Poi sono stata con Fermano dai frati del Convento di San Liberato e poi a Sarnano.

Quest’oggi gli uomini del campo hanno ultimato il pavimento della nostra tenda/chiesa, è venuto bene.

Pomeriggio trascorso a salutare don Lorenzo e poi con don Oreste al campo di Montalto, sopra Cessapalombo. Qui circa sessanta persone sono ospitate in due tendoni della protezione civile. Un tendone per i giovani e uno per i grandi. Hanno a disposizione cinque gabinetti e tre docce. Qui di notte la temperatura scende sotto zero e non è gradevole uscire per andare al bagno. Fino a giugno non avranno le casette di legno, forse entro un mese sarà allestita una casetta di legno in cui mangiare e dormire sempre in “comunità”. La messa viene celebrata il sabato nella tenda refettorio. Non manca però il presepe, realizzato da un appassionato famoso in paese che lo ha preparato anche quest’anno, anche per non pensare ai problemi.

Incontro, tra gli altri, Agostino che ha 78 anni e poi altre anziane: non hanno mai vissuto nulla del genere prima d’ora. La signora Merli mi ha detto: “Il posto più sicuro è casa tua. Ma adesso è diventato il posto più pericoloso”.

La Croce Rossa ci informa che in un paio di campi c’è epidemia di influenza virale. Anche di gastroenterite! (E questo mi ricorda qualcosa di personale).

Questa sera al campo di Pian di Pieca è passato il medico e mi ha fatto il vaccino antinfluenzale perché qui la ASL ha raccomandato di vaccinare anche tutti i volontari. Aveva bisogno di prodotti per la medicazione e gliene abbiamo dati in abbondanza.

Domani sopralluogo a Camerino dove deve essere montata la tensostruttura. Poi ritorno a Cremona per il fine settimana.

Domenica mattina, alle 10.30, su Rai1 andrà in onda, durante la trasmissione televisiva “A Sua immagine”, il servizio sul nostro gemellaggio.

Nicoletta D’Oria Colonna
operatrice Caritas Cremonese

Photogallery del 1° dicembre

Speciale terremoto con il diario dei giorni precedenti

 

Facebooktwittermail