Futuri sposi, domenica l’incontro diocesano in Seminario

Le coppie, tra danza, teatro e musica, avranno l'opportunità di un momento di preghiera e confronto con il Vescovo
image_pdfimage_print

“Come sigillo sul tuo cuore”, è questo lo slogan scelto per l’incontro tra il Vescovo e i futuri sposi che nel pomeriggio di domenica 17 marzo, a partire dalle 16, di terrà presso il Seminario di Cremona (via Milano 5). Un appuntamento ormai divenuto tradizionale e che l’Ufficio diocesano per la Pastorale familiare, diretto dai coniugi Maria Grazia e Roberto Dainesi, ripropone per il terzo anno. L’invito è rivolto a tutte quelle coppie che hanno preso parte ai corsi in preparazione al matrimonio.

Difficile delineare il profilo di queste coppie. Se non mancano giovani 20enni, è pur vero che non è così difficile trovare anche partecipanti che hanno già superato i 40 anni. «Il trend di questi ultimi anni – spiegano i Dainesi – è assestato su circa 300/400 coppie partecipanti, suddivise tra i corsi autunnali, invernali e di primavera organizzati nelle diverse zone pastorali. Numeri certamente inferiori a quelli che si registravano fino a dieci anni fa. E anche le storie personali sono radicalmente mutate rispetto al passato: possiamo dire che quasi il 90 per cento già convive e, a volte, ci sono anche già i figli. Proprio per questo abbiamo pensato di organizzare, in occasione dell’incontro con il Vescovo, anche il servizio baby sitting».

L’obiettivo di questo pomeriggio è offrire l’opportunità di un momento di incontro in cui condividere la propria esperienza con altre coppie e, nello stesso tempo, poter dialogare con il Vescovo, con la possibilità di porre interrogativi e affrontare problematiche.

Per questo la modalità di incontro è stata pensata in modo leggero con momenti di intrattenimento, tra musica, teatro e danza. Naturalmente senza tralasciare spazi di preghiera e riflessione, oltre che di confronto con il Vescovo. L’intento è quello di far cogliere la bellezza, e insieme anche la responsabilità, del sacramento del matrimonio.

L’incontro, che si concluderà alle 18 con l’aperitivo, vedrà la presenza anche delle équipe di accompagnamento che hanno seguito i futuri sposi. Équipe formate da un sacerdote insieme a un paio di coniugi, nel tentativo di mostrare il valore di sposarsi in chiesa, testimoniandolo concretamente. Rimane poi la sfida del dopo, affidato in primo luogo alle comunità parrocchiali, ma che proprio le relazioni instaurate in questi corsi cercheranno di sostenere ulteriormente.

La locandina dell’incontro

Facebooktwittermail