Effetto farfalla: ambiente, pace, sviluppo e libertà sotto la lente a Buzzoletto

Relatore Grammenos Mastrojeni, diplomatico, docente, scrittore e portavoce di ABC Alleanza Bene Comune
image_pdfimage_print

Sabato 16 febbraio presso la coop. Palm W&P onlus a Buzzoletto di Viadana si è svolto il convegno “Effetto farfalla: ambiente pace sviluppo e libertà”. Organizzato, tra gli altri, anche dalla “Comunità Laudato si’ – Città di Viadana”, nata da circa un anno come risposta alla sollecitazione di papa Francesco di prendersi cura della casa comune, il convegno ha avuto come relatore Grammenos Mastrojeni, introdotto dal padrone di casa Primo Barzoni. Diplomatico, docente, scrittore e portavoce di ABC Alleanza Bene Comune, sin primi anni ’90 Mastrojeni ha intrapreso ricerche sul legame tra tutela dell’ambiente, sviluppo e pace.

La sua relazione si è concentrata sulla questione dei cambiamenti climatici e sui conseguenti spostamenti di popolazione, intrecciando dati chiari e certi, provenienti da fonti ufficiali e controllate, con continui incroci, rimandi e confronti.

Il tema delle migrazioni ambientali rappresenta uno dei nodi più complessi e problematici tra le conseguenze dell’attuale crisi ecologica. Si tratta, infatti, di un aspetto del fenomeno migratorio legato in particolare allo spostamento di parti consistenti di popolazione a causa di determinate e avverse circostanze ambientali, che non permettono di proseguire la propria vita nella regione d’origine.

Nonostante il tema non sia per nulla nuovo negli ambienti della cooperazione internazionale e dei movimenti ecologisti globali, solo l’enciclica di papa Francesco Laudato si’. Sulla cura della casa comune ha acceso i riflettori su questo argomento a livello più esteso e meno settoriale. Rivolgendosi non solo al mondo cattolico ma «ad ogni persona che abita questo pianeta», il Pontefice chiede a noi tutti di farci portavoce di un umanesimo integrale, che sia riflesso della ricerca di uno «sviluppo sostenibile ed integrale», attento alla casa comune secondo il modello di San Francesco d’Assisi, «esempio per eccellenza della cura per ciò che è debole».

A questo appello do papa Francesco risponderà una fetta della società civile domenica 24 Febbraio, a Milano, quando un gruppo di persone competenti e di buona volontà daranno vita all’associazione ABC, che avrà lo scopo di promuovere la conoscenza di queste importanti tematiche.

 

Facebooktwittermail