«Dolor Vacui», iniziato il percorso per operatori, volontari e assistenti spirituali dell’ospedale

Padre Semeraro protagonista del primo incontro del ciclo organizzato da Ufficio diocesano per la pastorale della salute e Ospedale di Cremona
image_pdfimage_print

E’ iniziato giovedì scorso, con 180 iscritti, il percorso di quattro incontri che l’Ufficio diocesano per la pastorale della salute organizza in sinergia con l’Ospedale di Cremona per l’aggiornamento di operatori sanitari, volontari e assistenti spirituali.

“Dolor vacui: l’insostenibile pesantezza del dolore”; ha visto come primo relatore il noto monaco benedettino padre Michael Davide Semeraro che ha affrontato il tema della cura che, sempre più, deve connotarsi di compassione: essa è la via per una vera umanizzazione. Operatore e sofferente sono in cammino verso una piena e completa umanizzazione, solo così possiamo realizzare il nostro essere uomini e donne e rimanere tali anche a fronte di una tecnologia che ci sovrasta e si sostituisce alle vere relazioni di cura, che sono relazioni umane. In questo modo si può continuare a curare anche quando non è più possibile guarire e la speranza.

Ascolta l’intervento di padre Semeraro

L’obiettivo dell’intero percorso è quello di aiutare gli operatori sanitari, ai vari livelli, ad affrontare il dolore, in primis il proprio, per essere figure efficaci e capaci di aiuto.

il prossimo incontro sarà il 25 ottobre alle 17,30 sempre presso l’Aula Magna dell’ospedale maggiore di Cremona.

Facebooktwittermail