Coltivare l’alleanza con la terra: on-line i materiali per la prossima Giornata per la Custodia del Creato

Al centro dell'edizione 2018 che si celebrerà il 1° settembre la presa in carico solidale delle fragilità ambientali di fronte agli impatti del mutamento
image_pdfimage_print

“Coltivare l’alleanza con la terra”: è questo il tema della 13a Giornata nazionale per la Custodia del Creato che si celebrerà il 1° settembre 2018. Il messaggio per la Giornata – stilato dai vescovi della Commissione per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace e della Commissione per l’Ecumenismo e il dialogo – propone una sfida che non interessa solo l’economia e la politica: c’è anche una prospettiva pastorale da ritrovare, nella presa in carico solidale delle fragilità ambientali di fronte agli impatti del mutamento, in una prospettiva di cura integrale. 

Occorre ritrovare il legame tra la cura dei territori e quella del popolo, anche per orientare a nuovi stili di vita e di consumo responsabile, così come a scelte lungimiranti da parte delle comunità.

In questo senso papa Francesco ricorda che “la pace interiore delle persone è molto legata alla cura dell’ecologia e al bene comune, perché, autenticamente vissuta, si riflette in uno stile di vita equilibrato unito a una capacità di stupore che conduce alla profondità della vita” (Laudato Si’, n.225). Occorre perciò anche dare fondamento a tale attenzione, inserendola sistematicamente nei corsi di formazione per tutti coloro che esercitano responsabilità nella comunità ecclesiale.

Quest’anno il Sussidio è solo in formato digitale.

 

Cura del creato, card. Turkson: “La situazione è allarmante”

Facebooktwittermail