Category Archives: News

image_pdfimage_print

Aspettando santa Lucia: il 12 dicembre a Casa di Nostra Signora
Alle 17 l'iniziativa, con l'angelo Celestino, aperta a tutti i bambini

Il pomeriggio del 12 dicembre inizia l’attesa (o forse è meglio dire che aumenta l’attesa) dei bambini per l’arrivo di santa Lucia e da alcuni anni a questa parte l’angelo Celestino (il protagonista dei libri della NEC-Nuova Editrice Cremonese dedicati ai più piccoli) ha sempre aspettato piccoli e grandi nella chiesa di Cremona intitolata alla Santa per trascorrere un momento di gioia e di festa. Purtroppo la chiesa di santa Lucia, quest’anno, è chiusa perché necessita di alcuni importanti restauri. Ma questo non ha impedito a Celestino di mettersi in movimento per organizzare comunque un pomeriggio speciale per tutti i bambini. Continue reading »

Facebooktwittermail

“Le parole di don Primo”: a Cremona un 2018 ricco di iniziative
Si inizia il 13 gennaio, nell'anniversario della nascita di Mazzolari, con la presentazione in Comune del libro "Un’obbedienza in piedi"

Letture diffuse, convegni, prodotti editoriali e una sala dedicata all’interno del palazzo comunale di Cremona. Da gennaio a dicembre 2018 all’ombra del Torrazzo programma ricchissimo di iniziative per il progetto “Le parole di don Primo” dedicato a don Primo Mazzolari e redatto da Comune di Cremona, Diocesi e Fondazione “Don Primo Mazzolari”, in sinergia con il Comune di Bozzolo, dentro al complessivo progetto culturale della città per il 2018. Continue reading »

Facebooktwittermail

Il Vescovo compie 60 anni: gli auguri dell’intera Chiesa cremonese
Mons. Antonio Napolioni è nato a Camerino l’11 dicembre 1957

Oggi, lunedì 11 dicembre, il vescovo Antonio Napolioni compie 60 anni: è nato a Camerino, in provincia di Macerata e arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche, l’11 dicembre 1957. Ordinato sacerdote il 25 giugno 1983, il 16 novembre 2015 è stato eletto vescovo di Cremona, dove ha fatto il proprio ingresso sabato 30 gennaio 2016, nel contesto della celebrazione di ordinazione episcopale nella Cattedrale di Cremona. A mons. Napolioni gli auguri più fervidi. Continue reading »

Facebooktwittermail

Politici, sindacalisti, amministratori e mondo del volontariato incontrano il Vescovo
Il tradizionale appuntamento che precede il Natale per condividere e rinnovare il proprio impegno per il bene della società

Promosso dall’Ufficio diocesano per la Pastorale sociale e del lavoro, si è tenuto nella mattinata di domenica 10 dicembre presso il Centro Pastorale di Cremona, l’annuale incontro con il Vescovo di Cremona mons. Napolioni per uno scambio di riflessioni tra politici, amministratori pubblici e – per la prima volta – alla presenza di membri di alcune realtà del volontariato.

Sante Mussetola, responsabile dell’Ufficio diocesano, ha introdotto l’incontro con l’invito a viverlo come occasione non solo formale di ascolto, offerto reciprocamente in uno stile di cordialità. Una sottolineatura colta anche dall’introduzione del Vescovo, che ha ringraziato i presenti per essersi “regalati” un momento di sosta nella frenesia che caratterizza la vita di ciascuno.

La riflessione proposta dal Vescovo ha condensato, in brevi tratti, i frutti della intensa Settimana Sociale dei cattolici cui ha partecipato a Cagliari nello scorso ottobre sul tema “Il lavoro che vogliamo: libero, creativo, partecipativo, solidale”, registrando il quasi completo silenzio che l’informazione nazionale ha voluto riservare al convegno.

Ampia ed articolata la sintesi che agilmente ha voluto esporre ai presenti, veloci scorci su tematiche di estrema attualità: la dignità che il lavoro dona all’uomo se si conserva degno dell’uomo; la degenerante corruzione che avvelena l’economia e la giustizia; la conciliazione necessaria di impresa, lavoro e vita concreta delle persone, compresa l’irrinunciabile priorità della famiglia; l’avvento di una rivoluzione tecnologica in grado di scardinare gli equilibri consolidati nell’occupazione e nei ritmi della società; l’urgenza di un nuovo patto tra lavoro, valori e consumi.

In questo panorama, il vescovo ha voluto innestare segni concreti di speranza, proprio a partire dal contributo che la Chiesa, e i cattolici, stanno seminando:

  • Il “Progetto Policoro” – sviluppato al sud, che negli anni ha formato generazioni di giovani animatori di comunità, capaci di ridare slancio all’economia con nuove startup);
  • Cercatori di LavOro (oltre 400 buone pratiche recensite e documentate nel recente convegno di Cagliari):
  • Oratori come LabOratori… di esperienze concrete, coraggiose, che non rimandino il coinvolgimento attivo dei ragazzi a fianco di maestri appassionati e perciò autorevoli;
  • Valorizzazione del patrimonio ecclesiale, in sinergia col mondo imprenditoriale
  • L’integrazione scuola-mondo del lavoro ed il sostegno alla Formazione professionale (di pochi giorni fa la notizia di un Centro di Formazione Professionale, il ” S.Antonio abate”, che troverà sede proprio in Seminario a Cremona).

Numerosi e vivaci gli interventi di molti dei presenti, rappresentanti di Istituzioni pubbliche e private, di Associazioni locali e di realtà economiche, che hanno voluto condividere pensieri e perplessità, visioni e proposte.

Una mattinata proficua, che proprio a partire dalla ricchezza e cordialità dei rapporti personali – ha sottolineato il Vescovo in conclusione – merita di trovare ulteriori sviluppi.

Al termine, nella Cappella del Centro pastorale, mons. Napolioni ha presieduto l’Eucaristia, affidando a Colui che “dona la sapienza e la prudenza” il lavoro e l’impegno di chi si dedica alla cosa pubblica.

 

Facebooktwittermail

Inaugurata dal Vescovo la mostra dei presepi in palazzo comunale a Cremona
Il fascino e la la maestria nelle ricostruzioni in scala ridotta di scene della Natività di Cristo: segno della tradizione e provocazione per i visitatori

Si è rinnovata, con il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, la magia del presepe nella sala dei Decurioni presso il palazzo comunale. L’inaugurazione della mostra – giunta alla settima edizione – si è tenuta alla presenza del vescovo Antonio Napolioni domenica 10 dicembre, alle 12.30.

Mons. Napolioni si è rallegrato di veder rinnovata l’attenzione a questo eloquente segno di fede esposto in un luogo pubblico: un segno che ancora riesce a raccontare lo stile di un Dio che ha scelto nel rivelarsi “nelle cose piccole”, e ha ringraziato gli organizzatori e i promotori dell’iniziativa.

 

La mostra raccoglie vere opere d’arte, frutto di una grande passione, realizzate dall’Associazione cremonese “Amici del Presepio”. Sei i soggetti esposti in Comune: Fuga in Egitto, realizzato da Tiziano Caimi di Novedrate (Co); Presepe popolare innevato, ideato da Mariapia Bonanomi di Novedrate (Co); Presepe popolare, opera di Luigi Marcati di Fidenza; Presepe nella corte, realizzato da Arnaldo De Stefani, Mauro Ziglioli e Massimo Cortesi di Crema; La Carovana dei Magi, opera di Mauro Zini di Scanzorosciate (BG); Presepe in stile napoletano, realizzato dal Gruppo Amici del Presepio di Pizzighettone.

La mostra dei presepi in Comune rimarrà aperta sino al 14 gennaio 2018 e si potrà visitare dal lunedì al sabato dalle 9 alle 18, la domenica e i festivi dalle 10 alle 17.

L’esposizione prosegue con una sessantina di altre pregevoli opere nella chiesa dei Ss. Marcellino e Pietro (ingresso da via Cavallotti). Le visite sabato e nei festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, Natale e Capodanno dalle 15 alle 18.30. Visite fuori orario per gruppi e scuole su prenotazione contattando il 346-3091505.

Locandina

Facebooktwittermail

Don Aldo Grechi è tornato al Padre
Il Parroco di Brancere, 90 anni, è deceduto nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo alcune settimane di ricovero presso la Casa di cura San Camillo

Dopo alcune settimane di ricovero, per le preoccupanti condizioni generali di salute, ha concluso la sua vicenda terrena e sacerdotale don Aldo Grechi, dal 1962 parroco della piccola comunità di Brancere (Stagno Lombardo).

Continue reading »

Facebooktwittermail

A S. Sigismondo Messa del vescovo emerito Lafranconi per i 10 anni di presenza delle Domenicane
Le monache dell'ordine dei Predicatori il prossimo 6 gennaio ricorderanno con il vescovo Napolioni la posa della clausura

Venerdì 8 dicembre, nella solennità dell’Immacolata, la comunità monastica domenicana di S. Sigismondo ha celebrato il decimo anniversario del proprio ingresso in diocesi di Cremona. La ricorrenza è stata festeggiata durante una partecipata Eucaristia presieduta, nella chiesa di largo Bianca Maria Visconti, dal vescovo emerito di Cremona, mons. Dante Lafranconi, che volle la presenza delle religiose. Continue reading »

Facebooktwittermail

Mons. Erio Castellucci nello spirito dell’Avvento guida il ritiro di sacerdoti e diaconi
Il Vescovo di Modena - Nonantola giovedì 7 dicembre in seminario ha incontrato il clero cremonese convocato per una sosta di riflessione e preghiera

Mattinata di silenzio e meditazione per i nostri Vescovi, per sacerdoti, religiosi e diaconi della diocesi, giovedì 7 dicembre in Seminario, all’inizio del “tempo forte” dell’Avvento. L’apprezzato intervento di mons. Erio Castellucci, Vescovo di Modena – Nonantola, ha suggerito – con la lucida pacatezza che da sempre sa imprimere al suo tratto – utili stimoli per la verifica personale e pastorale. Continue reading »

Facebooktwittermail

“Tra immigrazione epocale e moderno schiavismo”: intervento dell’Arcivescovo Gian Carlo Perego a Cremona
Il convegno, promosso da CISL- asse del Po Cremona-Mantova al Centro pastorale sulla tratta di esseri umani, ha efficacemente esposto dinanzi ad una platea di giovani studenti, i risvolti scandalosi del fenomeno

La tratta degli esseri umani è stata al centro dell’incontro promosso dalla Cisl-Asse del Po nella mattinata di giovedì 7 dicembre presso il salone Bonomelli del Centro pastorale diocesano di Cremona. “Tra immigrazione epocale e moderno schiavismo: accogliere la persona, liberare il suo futuro” il tema del convegno che ha visto intervenire il cremonese mons. Gian Carlo Perego, arcivescovo di Ferrara-Comacchio, per anni Direttore generale della Fondazione Migrantes della CEI. Continue reading »

Facebooktwittermail

Sant’Antonio abate: un Centro di formazione professionale presso il Seminario di Cremona
Una fitta rete di aziende cerealicole e zootecniche del territorio collaborerà al percorso didattico offrendo competenze ed esperienze

Nasce a Cremona il Centro di formazione professionale “Sant’Antonio abate”. La sua sede sarà nella estesa struttura del Seminario vescovile, in via Milano 5, dove tutto è già pronto per il varo ufficiale del nuovo percorso scolastico teso a qualificare professionalità nell’ambito agroalimentare e zootecnico, rispondendo ad un bisogno più volte espresso dalle aziende del territorio. Un progetto promosso dalla volontà di un gruppo di laici – professionisti e imprenditori, insegnanti e genitori – che lo hanno disegnato a più mani. Continue reading »

Facebooktwittermail