image_pdfimage_print

Author: don Enrico

Il Presidente della CEI sul nuovo scenario politico: “Saremo coscienza critica”
Nella conferenza stampa a conclusione dell'Assemblea generale dei vescovi italiani il card. Bassetti assicura collaborazione "ma non collateralismo"

Nella conferenza stampa di chiusura dell’Assemblea della Cei, seguita dal SIR, il card. Bassetti non si è sottratto alle domande dei giornalisti sull’attuale scenario politico. “Saremo coscienza critica” a partire dai “principi irrinunciabili”, ha assicurato: “Vigileremo”. Gli auguri al nuovo governo, ma senza collateralismo. Al presidente del Consiglio incaricato, il presidente della Cei addita l’esempio dell’umanesimo fiorentino. Più “formazione” per i cattolici impegnati in politica: la società ha bisogno di loro.

Continue reading »

Facebooktwittermail

Don Enrico Prandini ha concluso la sua esistenza sacerdotale
Nella mattinata di martedì 22 maggio, dopo lunga malattia, all'età di 83 anni si è spento presso la Casa di cura "La Pace" a Cremona

Nella mattinata di martedì 22 maggio, presso la Casa di cura “La Pace” di Cremona, all’età di 83 anni ha concluso la sua esistenza sacerdotale don Enrico Prandini.

Nato a Cavatigozzi (CR) il 27 settembre 1934, ordinato presbitero nel 1959, ha vissuto i primi anni di ministero come Vicario parrocchiale a Cristo Re, a Cremona, fino al 1971. Il suo servizio al Vangelo si è poi svolto per 39 anni a Ossolaro, di cui è stato parroco fino al 2010.

La camera ardente sarà aperta presso la Casa di cura “La Pace” a Cremona dal mattino di mercoledì 23 maggio. Alle 17,30 la salma sarà traslata presso la la Chiesa parrocchiale di S. Stefano Martire in Ossolaro dove, alle 18, sacerdoti e fedeli della Zona e della parrocchia si riuniranno per la preghiera del Rosario.

Le esequie si celebreranno nella chiesa parrocchiale di Ossolaro, giovedì 24 maggio, alle ore 10. Presiederà la S. Messa mons. Dante Lafranconi, Vescovo Emerito di Cremona. Dopo la celebrazione il feretro sarà tumulato nel cimitero di Cavatigozzi.

Facebooktwittermail

In preghiera invocando il dono dello Spirito sul Sinodo che si conclude
Le comunità cristiane della Zona cittadina nella suggestiva cornice dello splendido Battistero della Cattedrale hanno vegliato sabato 19 alla vigilia dell'ultima assemblea sinodale

Nel clima raccolto custodito dalla penombra del Battistero si è svolta nella serata di sabato 19 l’ultima delle veglie di preghiera zonale in preparazione alla convocazione assembleare del Sinodo dei giovani, giunto alla sua conclusione.

Sottolineando che la scelta del luogo ha significato un “riappropriarsi” dello spazio sacro da tempo destinato all’ammirazione dei turisti, don Gianluca Gaiardi – responsabile diocesano dei Beni culturali ecclesiastici – ha brevemente illustrato la ricca simbologia del Battistero e l’opportuno richiamo al dono dello Spirito per secoli qui invocato sui catecumeni.

La preghiera è stata guidata dal Vicario zonale don Pierluigi Codazzi, che nella sua riflessione ha richiamato la preziosità della testimonianza adulta della fede dinanzi alle giovani generazioni, che il Sinodo ha convocato in uno slancio di fiducia. A loro, che il mondo degli adulti a volte fatica ad accogliere ed accompagnare, la Chiesa locale è chiamata ad affidare il futuro.

Ad uno dei giovani presenti nel corso della veglia è stato consegnato il segno che aprirà la convocazione plenaria dell’Assemblea sinodale di domenica 20 maggio: una lampada accesa. Piccola luce, seme di speranza.

Al termine della preghiera comunitaria don Paolo Arienti, responsabile della pastorale giovanile diocesana, ha riassunto per i presenti i contenuti dello “Strumento di lavoro” utilizzato nel discernimento di questi mesi, e i passi sin qui percorsi nell’esperienza che con la Pentecoste 2018 giunge al termine della sua fase celebrativa.

Guarda la photogallery

 

Facebooktwittermail

Don Salomoni: “Dinanzi alle dipendenze non basta la riduzione del danno”
Sabato 5 maggio il convegno dell'associazione "La Zolla" a San Savino, da 25 anni impegnata nella battaglia per il recupero dalla devianza

Con i volontari da anni schierati al suo fianco, alla presenza del vescovo Napolioni, sabato 5 maggio don Giuseppe Salomoni ha aperto – nei nuovi locali appena recuperati nella cascina di San Savino – il convegno che ricorda i 25 anni di attività della associazione di volontariato “La Zolla”.

Continue reading »

Facebooktwittermail

Celebrazione diocesana della festa dei lavoratori al Consorzio Bonifica Navarolo
L'Eucaristia presieduta dal Vescovo a S. Matteo delle Chiaviche, estremo lembo mantovano della diocesi di Cremona

Un ruvido tavolo da falegname per altare, l’immagine di San Giuseppe e del Figlio Gesù collocati su uno dei quattro enormi motori che fornivano energia elettrica agli impianti che nei decenni hanno governato le acque e garantito prosperità: una location davvero suggestiva per la Messa presieduta dal vescovo Napolioni a San Matteo delle Chiaviche, martedì 1° maggio, memoria di San Giuseppe lavoratore, festa dei lavoratori.

Continue reading »

Facebooktwittermail

“Io scelgo te per sempre”: coppie di futuri sposi incontrano il Vescovo
Domenica 22 in seminario un pomeriggio di ritrovo e di dialogo sulla prossima scelta matrimoniale proposto dall'Ufficio diocesano di pastorale familiare

Nella domenica in cui si celebra in tutta la Chiesa la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, anche la chiamata al matrimonio ha trovato l’occasione per essere al centro di una bella iniziativa della Pastorale familiare diocesana, giunta alla sua seconda edizione: l’incontro con il vescovo Napolioni delle coppie che hanno frequentato, durante l’anno, la preparazione al matrimonio cristiano.

Continue reading »

Facebooktwittermail

L’Arcivescovo Delpini a Bozzolo: “Come don Primo siate di quelli che si fanno avanti!”
Solenne concelebrazione presso la tomba di Mazzolari nel pomeriggio di domenica 15 aprile, con i vescovi Napolioni e Lafranconi

“Dopo la visita del Papa a Bozzolo… ormai qui non c’è storia…”. Così, scherzando amabilmente, l’Arcivescovo di Milano mons. Mario Delpini ha strappato un sorriso alla numerosa assemblea di laici, religiose e sacerdoti convenuti domenica 15 aprile nella parrocchiale di S. Pietro per la solenne concelebrazione, a 59 anni dalla morte del Servo di Dio don Primo Mazzolari.

Continue reading »

Facebooktwittermail

“Letizia d’amore, stelle e precipizio”: nuova Cantata Sacra del maestro Federico Mantovani
Ispirata alla "Amoris laetitia" di papa Francesco sarà eseguita in prima assoluta nella Cattedrale di Cremona il prossimo 26 aprile

L’Amoris laetitia di papa Francesco – Esortazione Apostolica sull’amore nella famiglia – fiorisce in musica nella nuova fatica del maestro Federico Mantovani: “Letizia d’amore, stelle e precipizio”, Cantata Sacra che sarà eseguita in prima assoluta il prossimo 26 aprile nella Cattedrale a Cremona.

Continue reading »

Facebooktwittermail

Nella liturgia delle Palme aperta dal Vescovo in Cattedrale la Settimana Santa
Nel pomeriggio di domenica 25, nel cuore di Cremona, la concelebrazione che ha inaugurato i giorni luminosi della passione, morte e risurrezione, con i rami di ulivo e la festosa processione

Nel pomeriggio di domenica 25 in piazza del Duomo a Cremona non c’erano solo le canzoni dei musicisti di strada, nella folla dei turisti. Dalla chiesa sussidiaria di San Girolamo, alle 18, dopo la benedizione degli ulivi, la festosa processione dei fedeli ha raggiunto la Cattedrale, già gremita, per la solenne liturgia della domenica delle Palme presieduta dal vescovo Napolioni.

Continue reading »

Facebooktwittermail