image_pdfimage_print

Author: don Enrico

Mons. Napolioni alle esequie di don Begnamini: «Abbiamo sempre bisogno di educatori»
A Soresina l'ultimo saluto al sacerdote soresinese, «uomo di fede e di cultura», una vita spesa nella scuola

Avrebbe compiuto 92 anni il prossimo 19 ottobre don Giuseppe Begnamini, «uomo di fede e di cultura», una vita spesa da prete in ambito educativo, nella scuola, come insegnante e preside. Tanto da essere insignito del titolo di cavaliere della Repubblica Italiana. L’ultimo saluto nella sua Soresina, dove nel pomeriggio di lunedì 8 ottobre il vescovo Antonio Napolioni ne ha presieduto i funerali nella parrocchiale di S. Siro, sua parrocchia d’origine e dove si era ritirato negli anni della vecchiaia.  Continue reading »

Facebooktwittermail

Il Vescovo Napolioni a tutto campo: intervista su Cremona1. On-line il video
Uno sguardo a 360 gradi sulla vita della Chiesa diocesana, su progetti e appuntamenti, in una puntata del programma "Punto a capo" di Giovanni Palisto sul canale 211

Un anno pastorale che inizia e tanti progetti da realizzare: con la consueta immediatezza il Vescovo di Cremona Napolioni racconta ai telespettatori di Cremona1 la vita della Chiesa diocesana, con le sue gioie e le sue fatiche. Intervistato da Giovanni Palisto in un’incursione puntuale tra le tematiche che orientano il nuovo anno pastorale e qualche affondo sull’attualità, il Vescovo invita a partecipare al prossimo Convegno pastorale sabato 22 settembre in Seminario, presenta il tema delle linee pastorali 2018-19, annuncia gli eventi della prossima canonizzazione del Beato Francesco Spinelli, analizza le dinamiche del nostro tempo con franchezza e senza reticenze. Continue reading »

Facebooktwittermail

Festa di popolo a Brancere per la “Madonna del Po”, ricordando don Aldo Grechi
La solennità dell'Assunta celebrata in riva al grande fiume, tradizione onorata da 41 anni nel segno di una religiosità semplice ma genuina

(foto Chiodelli)

La calura agostana ha concesso una tregua, nonostante un pomeriggio pieno di sole brillante, ai fedeli intervenuti alla tradizionale celebrazione in onore della Vergine Assunta nel pomeriggio del 15 agosto. Le rive del Po si sono animate di devoti e curiosi per l’arrivo al lido Provaglio di Brancere dell’effigie della Madonna, da alcuni giorni venerata presso la Cattedrale di Cremona.

Al termine della Santa Messa delle ore 11, presieduta in Duomo dal Parroco mons. Alberto Franzini, la statua della Madonna col Bambino è stata affidata ai gruppo dei fedeli barcaioli scalzi per il consueto festoso corteo fluviale, in collaborazione con la Protezione Civile di San Daniele Po che ha fornito l’imbarcazione. Salpati da Cremona e scortati da equipaggi di numerose imbarcazioni di diverse società Canottieri, oltre che che piccoli natanti a motore, anche il Sindaco della Città Galimberti, il Presidente della Provincia Viola, rappresentanze dell’Amministrazione Comunale e delle Forze dell’Ordine.

La photogallery

Copione rispettato anche all’arrivo, atteso pazientemente da una piccola folla sugli argini del fiume e dal suono della Banda. L’immagine della Vergine Maria, accompagnata dal parroco di Stagno Lombardo e Amministratore parrocchiale di Brancere don Giuseppe Galbignani – al suo “debutto” nella manifestazione religiosa – è sbarcata alle 16,15 in via dell’Alzaia e successivamente trasportata presso l’altare allestito nell’area messa a disposizione quest’anno dal ristorante “Sales”, consentendo qualche ritaglio di ristoro ombroso ai numerosi fedeli.

Presenti all’Eucaristia i sindaci del Capoluogo – con il Gonfalone della Città –, di Pieve d’Olmi, Bosco ex-Parmigiano, Bozzolo e il Vice Sindaco di Stagno Lombardo con il Gonfalone Comunale recato dalle rappresentanze della Polizia Locale. Anche la Provincia di Cremona ha voluto rendersi presente con le sue insegne. L’Arma dei Carabinieri, i Vigili del Fuoco e la generosa collaborazione della Protezione Civile di Casalmaggiore, Stagno Lombardo e San Daniele Po hanno assicurato il sereno svolgimento della manifestazione religiosa.

Una celebrazione che non ha potuto che condividere anche la tristezza per la mancanza del suo ideatore don Aldo Grechi (più volte citato in benedizione) e il senso di cristiana solidarietà per la tragedia che ha gettato nel dolore la città di Genova e l’Italia intera per il crollo del viadotto “Morandi”.

Anche il celebrante, nell’omelia, ne ha fatto cenno riflettendo sull’urgenza di vivere la devozione mariana con gli stessi sentimenti di cui Maria è evidente e credibile esempio: nel coraggio di costruire “ponti” di umana fratellanza che abbiano nella fede un fondamento solido, capace di affrontare le sfide del nostro tempo.

Al termine della celebrazione un ricordo commosso è stato rivolto a don Aldo, più che mai avvertito presente tra la gente che nei decenni ha imparato ad amarlo. L’artista Cremonese Graziano Bertoldi ne ha presentato una galleria di ritratti, di rara empatia ed efficacia. Una effigie di don Aldo presso la Santella da lui edificata sulle rive del Po, luogo di devozione e di implorata protezione dai pericoli delle acque, è stata inaugurata e benedetta da don Galbignani.

“Ho ricevuto da don Aldo una eredità gradita e non solo folcloristica – ha commentato il parroco di Stagno Lombardo – un’occasione di fede sincera e semplice nel cuore dell’estate che non può che fare bene a tanta gente”. E i ringraziamenti espressi pubblicamente a persone e associazioni – con tanto di nomi e cognomi – sono stati generosi e sinceri.

 

 

Facebooktwittermail

Don Alberto Crovetti ha chiuso la sua esistenza terrena ed è tornato al Signore
Sabato 4 agosto nella parrocchia di Ognissanti a Mantova, si sono celebrate le esequie del sacerdote di origine mantovana, ospite dal 2007 della "Domus Pasotelli" di Bozzolo

All’età di 77 anni e dopo 40 di ministero sacerdotale è tornato al Padre don Alberto Crovetti, ospite della residenza sanitaria “Domus Pasotelli” di Bozzolo dal 2007 a seguito di una grave ischemia celebrale. Don Alberto ha svolto il suo servizio al Vangelo nella Arcidiocesi di Camerino – San Severino Marche, terra cui è sempre rimasto spiritualmente legato.

Il sacerdote si è spento, dopo una lunga sofferenza, giovedì 2 agosto. Le esequie si sono celebrate sabato 4 agosto presso la chiesa parrocchiale di “Ognissanti” a Mantova.

Facebooktwittermail

Una parola di benedizione dai Pastori delle Chiese di Lombardia
I Vescovi della nostra regione scrivono ai fedeli al termine di una settimana di preghiera e riflessione spirituale a Tignale

Si sono conclusi nella Casa di Preghiera dedicata al Cardinale Martini a Tignale, sulla sponda bresciana del lago di Garda, gli Esercizi spirituali dei Vescovi lombardi. Al termine della settimana di silenzio e preghiera si è svolta anche la riunione della Conferenza Episcopale lombarda. I Pastori delle Chiese di Lombardia hanno voluto indirizzare ai cristiani delle diocesi il loro saluto, con un messaggio che integralmente riportiamo insieme all’omelia tenuta a conclusione degli Esercizi dal Metropolita Arcivescovo di Milano mons. Mario Delpini.

Continue reading »

Facebooktwittermail

Storia, racconto, narrazione: comunicatori delle diocesi lombarde riuniti a Seveso
Una due giorni di aggiornamento intensivo per giornalisti e operatori della comunicazione per riscoprire la narrazione delle notizie

Organizzato dagli Uffici Comunicazioni Sociali delle Diocesi di Lombardia, anche quest’anno l’appuntamento di formazione riservato ai giornalisti e collaboratori delle strutture della comunicazione ecclesiale si è rivelato davvero affascinante. Da Giovedì 28 giugno al pomeriggio del giorno seguente il Centro Pastorale di Seveso (ex Seminario di San Carlo) ha raccolto una quarantina di partecipanti, coordinati da don Davide Milani, responsabile della comunicazione ambrosiana, e dal Vescovo di Mantova mons. Marco Busca, Delegato della Conferenza Episcopale Lombarda per la Comunicazione e la Cultura.

Continue reading »

Facebooktwittermail

Don Libero Salini e don Pietro Bonometti nominati membri del Capitolo della Cattedrale
Ufficializzata oggi la nuova composizione del collegio di presbiteri che affianca il Vescovo per il servizio liturgico nella chiesa madre

In data giovedì 28 giugno  il Capitolo della Cattedrale di Cremona si arricchisce di due nuovi membri nominati in data odierna dal Vescovo Napolioni: mons. Libero Salini e mons. Pietro Bonometti. Il rito di immissione – semplice e solenne – si terrà in Cattedrale sotto la presidenza di mons. Giuseppe Perotti, nella Sacristia dei Canonici alle 8,30, nell’anniversario della loro ordinazione presbiterale.

Continue reading »

Facebooktwittermail

Il fenomeno migratorio e noi
Messaggio del Card. Gualtiero Bassetti, Presidente della CEI rivolto alle Chiese locali d'Italia sulla delicata tematica legata alle vicende dei migranti

Il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Card. Gualtiero Bassetti, rivolge un suo messaggio, in data sabato 16 giugno 2018 alla Chiesa che è in Italia, diffuso nella stessa data dall’Ufficio Nazionale Comunicazioni Sociali. Lo riportiamo integralmente.

Continue reading »

Facebooktwittermail

Quarantuno nuovi ministri dell’Eucaristia per testimoniare la presenza di Gesù
Seminario gremito sabato 9 giugno per il mandato a coloro che portano la consolazione della fede a malati, anziani e sofferenti

Trentatre laici e otto religiose hanno ricevuto dal Vescovo il mandato triennale come Ministri ausiliari dell’Eucaristia nel corso della convocazione promossa sabato 9 giugno in Seminario a Cremona dall’Ufficio Liturgico della Diocesi. Con loro altri quarantacinque laici e 15 religiose hanno invece rinnovato il loro servizio ecclesiale per un quinquennio.

Continue reading »

Facebooktwittermail

“Un nuovo patto tra generazioni cristiane” tra gli esiti del Sinodo dei giovani
Il racconto dell'esperienza sinodale proposto ad un gruppo di adulti ed educatori e le loro reazioni "a caldo" nella serata di venerdì 9 in Seminario,

«Terminato il Sinodo dei giovani… ora comincia il “Sinodo” degli adulti attorno ai giovani..». E’ la battuta, non così scontata, con cui il Vescovo ha concluso la serata proposta come prima sintetica restituzione ai laici del percorso che ha impegnato Diocesi e Ufficio di Pastorale Giovanile per quasi due anni. Un’esperienza di intenso ascolto e discernimento che ha aperto una stagione ecclesiale tutt’altro che conclusa. Continue reading »

Facebooktwittermail