Annunciato il nuovo vescovo di Mantova: è don Gianmarco Busca, originario di Edolo, docente nel Seminario di Brescia e all’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Università Cattolica

Succederà a mons. Roberto Busti, che in occasione dell'annuncio ha confermato l’intenzione di tornare a Carate Brianza, dove ha vissuto per 27 anni
image_pdfimage_print

È il bresciano don Gianmarco Busca, originario di Edolo, insegnante del Seminario diocesano oltre che dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose e dello Studio Teologico Paolo VI, il nuovo vescovo di Mantova. L’annuncio ufficiale a mezzogiorno di venerdì 3 giugno nelle due Curie.

“Facciamo un bel regalo alla diocesi di Mantova – ha affermato il vescovo di Brescia, mons. Luciano Monari –. Don Marco (come tutti lo chiamano, ndr) è prezioso per la Chiesa di Brescia per il lavoro con i preti e soprattutto con i preti giovani. Mantova è vicina, Mantova è collegata con noi. Il Signore gli fa incominciare un cammino che lo impegnerà, un cammino ricco di gioia e di consolazione”.

Brescia

Subito dopo aver dato lettura della nomina a nuovo vescovo di Mantova, il vescovo Luciano Monari ha lasciato la parola allo stesso don Busca, che ha rivolto un pensiero alla sua nuova diocesi: “Saluto alla diocesi di Mantova, saluto i suoi fedeli, saluto tutti quelli che ormai considero amici. Domenica nelle chiese della diocesi sarà letto un mio breve saluto, ma già da ora dico che sono tra loro con cuore aperto e con l’intenzione di servire tutti nel nome di Dio, con la speranza di poter contare sull’aiuto della loro preghiera”. Non ha poi mancato di esprimere gratitudine alla Chiesa bresciana, ai tanti incontri che hanno segnato la sua vita di fede, che l’hanno aiutato a tirare fuori quello che cercherà di mettere a servizio della Chiesa mantovana.

Don Busca succede a mons. Roberto Busti, che consegnato al Pontefice il proprio mandato lo scorso novembre, al compimento del 75° anno di età.

«L’elezione di don Marco è una bella notizia», ha detto mons. Busti ai presenti, radunati nella Sala degli Arazzi del Palazzo Vescovile. E ancora: «Sono molto contento di questa scelta che assicurerà il rinnovato cammino pastorale che il nostro Sinodo ha appena tracciato».

Mantova

La giovane età del sacerdote bresciano ha colto molti di sorpresa e l’attuale presule ha sottolineato con un sorriso: «È praticamente mio figlio!». Inoltre, a chi gli chiedeva cosa farà dopo la fine del suo mandato, ha confermato l’intenzione di tornare a Carate Brianza, dove ha vissuto per 27 anni.

Intanto mons. Busti ha ricevuto la nomina ad amministratore apostolico. Parte così l’iter che porterà all’inizio del mandato di don Marco come nuovo vescovo di Mantova: l’ingresso è previsto per il prossimo autunno.

Messaggio alla Chiesa mantovana del nuovo Vescovo

 

Biografia del nuovo Vescovo di Mantova

Don Marco Busca è nato a Edolo (Brescia) il 30 novembre 1965. Ordinato presbitero l’8 giugno 1991, è stato per tre anni vicario parrocchiale a Borno. In seguito ha studiato Teologia Dogmatica all’Università Gregoriana di Roma. Tornato a Brescia, per cinque anni è stato vice rettore del biennio di Teologia nel Seminario locale, dove svolge il ruolo di docente.

Non ancora 51enne, don Gianmarco Busca è uno dei vescovi più giovani d’Italia. Nato a Edolo di Brescia il 30 novembre 1965, è stato ordinato sacerdote l’8 giugno 1991. Il suo primo incarico pastorale è stato a Borno, come vicario parrocchiale dal 1991 al 1994; dal 1994 al 1999 è stato studente della Gregoriana di Roma, dove ha conseguito il dottorato in teologia con una tesi sulla riforma del sacramento della Riconciliazione. Rientrato in diocesi nel 1999 è stato nominato vicerettore del Seminario diocesano.
Insegnante in Seminario dal 1999; docente per l’area disciplinare Teologia Dogmatica presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose dal 2012; docente presso lo Studio Teologico Paolo VI dal 2012; delegato forme vita consacrata comunità Shalom dal 2012.

Per poter vivere la prossimità con il popolo di Dio, ha chiesto di poter vivere in parrocchia e per sette anni è stato collaboratore pastorale presso la parrocchia Santa Maria Crocifissa di Rosa a Brescia. Dal 2014 è anche collaboratore pastorale di Caionvico, nella periferia cittadina.

Collabora, inoltre, stabilmente con il Centro Aletti di Roma, con corsi di Sacramentaria e di Spiritualità.

Profilo biografico completo

Facebooktwittermail