A Soresina concerto d’organo per Santa Cecilia

Il maestro Alessandro Manara protagonista della serata con l'organo Serassi Balbiani appena restaurato
image_pdfimage_print

Il neo restaurato organo Serassi Balbiani della chiesa prepositurale di Soresina è tornato protagonista della scena musicale con il secondo concerto della trilogia di eventi organizzati per la sua inaugurazione.

Sabato 24 novembre, memoria di Santa Cecilia patrona dei musicisti, si è esibito il maestro Alessandro Manara, organista soresinese dal curriculum prestigioso, la cui formazione musicale è legata anche alla sua lunga e costante attività in Parrocchia. Manara infatti si è sempre messo al servizio della Parrocchia attraverso la musica; attualmente dirige il coro Psallentes che ha accompagnato il suo maestro durante il concerto.

Per rendere onore al grande organo, Manara ha scelto cinque brani le cui sonorità hanno evidenziato la potenza e la delicatezza del Serassi Balbiani. La Toccata e fuga in re minore di Bach, nota anche a chi non è appassionato di musica classica, ha messo in mostra la potenza dell’organo, così come le note di Guilain hanno dimostrato quanto delicate sono le sue sonorità. Le sonate di Mendelssohn e Boëllman, invece, hanno permesso di comprendere la duttilità dello strumento: nonostante i necessari cambi di registro, tutti hanno notato la capacità di passare da un adagio, a un allegro, a una fuga.

Uno strumento dalla meccanica complessa, tanto imponente quanto delicato, non solo per le sonorità che è in gradi di riprodurre. E lo ha ricordato molto bene il parroco don Angelo Piccinelli nella sua presentazione: “I lavori di restauro ci hanno restituito un grande strumento, molto sensibile però al caldo, al freddo e all’umidità. Ecco perché, per mantenerlo in perfette condizioni, dovremo prestare molta attenzione al “clima” della chiesa”. Non sono mancate, da parte del parroco, parole di ringraziamento per il maestro Manara e il coro Psallentes.

Il concerto è stato l’occasione per la benedizione dell’organo quale strumento per l’elevazione, attraverso la musica, verso Dio.

L’ultimo concerto della trilogia si svolgerà sabato 22 dicembre con il maestro Marco Ruggeri. Non seguirà l’annunciata presentazione del libro sull’organo Serassi Balbiani. Presentazione solamente rimandata per l’inserimento nel libro di importanti informazioni reperite in documenti d’archivio rinvenuti in occasione dell’ultima stesura.

Facebooktwittermail