8×1000 “Firmato da te”, in un video il progetto cremonese “La Isla de Burro”

Lo scorso giugno le riprese a Zanengo presso la struttura di Caritas Cremonese
image_pdfimage_print

È visibile su YouTube il video, realizzato nell’ambito della campagna 8×1000 “Firmato da te”, che racconta “La Isla de Burro”, il progetto di pet-therapy che Caritas Cremonese sta portando avanti a Zanengo attraverso interventi assistiti con asini. Quattro minuti di immagini e testimonianze per mostrare uno spaccato di questa realtà che, sorta nel 2011 a Cortetano accanto alla comunità per ragazzi minorenni “La Fattoria della Carità”, si è sempre più aperta al territorio, in modo particolare realtà legate al mondo della disabilità, neuropsichiatria infantile, psichiatria, ma anche scuole, oratori, parrocchie.

Il servizio è stato realizzato lo scorso giugno da una troupe di TV2000 con il regista Daniele Morini e la giornalista Paola Pastorelli.

Oltre al direttore di Caritas Cremonese, don Antonio Pezzetti, raccontano “La Isla de Burro” il diacono permanente Marco Ruggeri, operatore Caritas responsabile del progetto, insieme ad alcuni volontari – tra cui Chiara Ruggeri – e all’educatrice Anna Bonvini. Al lavoro i ragazzi del centro diurno “Il seme” accompagnati da Carlo Rossi.

Photogallery delle riprese a Zanengo

 

La Isla de Burro

Attualmente presso la struttura di Zanengo sono ospitati diciassette asini, due cavalli e un mulo che vivono in branco nel pieno rispetto delle loro caratteristiche etologiche.

L’approccio all’animale scelto e promosso è quello zooantropologico. La zooantropologia è la scienza che studia il rapporto fra l’uomo e gli altri animali e i benefici che nascono da questa relazione. In questa visione l’animale non è usato, ma ritenuto portatore di specificità (che vanno conosciute e rispettate) capaci di attivare nel fruitore particolari emozioni, nonché attivazioni senso-motorie e cognitive. Per queste ragioni, la relazione non può essere lasciata alla pura spontaneità, ma dovrà essere costantemente mediata e monitorata da operatori specificatamente formati, garanti sia del rispetto del benessere animale che dell’indirizzo beneficiale per i fruitori.

Verificata e ampiamente sperimentata l’efficacia che la relazione e le attività con gli asini possono offrire, Caritas Cremonese e Servizi per l’Accoglienza, in un prossimo futuro, desiderano rendere questa opportunità fruibile anche per tutte quelle persone che per varie ragioni non possono recarsi alla sede di Zanengo, ma anche proporre varie attività, ovviamente sempre con gli asini, in altri luoghi. Il pensiero va in prima battuta al carcere cittadino cui si vorrebbe proporre un progetto sperimentale al suo interno, ma anche ad altre realtà come comunità psichiatriche, ospedali, case di riposo per anziani, scuole.

In parallelo con il progetto “La Isla de Burro”, coerentemente con quanto espresso da Papa Francesco nell’enciclica Laudato si’, si stanno infine attivando, in collaborazione con alcune scuole e parrocchie, iniziative educative e di sensibilizzazione ai temi della tutela ambientale e della corretta interazione con gli animali.

Come sostenere “La Isla de Burro”

Facebooktwittermail